0183 274398

Aie più pessimista sulla domanda oil 2020 [rassegna stampa]

Rassegna stampa: articolo di Staffetta Quotidiana, 31-08-20

L’aviazione rimane debole. Ancora molto alto il livello delle scorte nel mondo

[AIE: Agenzia Internazionale dell’Energia]

Nell’Oil Market Report di agosto, diffuso giovedì 13, l’Aie ha corretto al ribasso le stime sulla domanda mondiale di petrolio nel 2020, dopo averle aumentate per due rapporti consecutivi.

La domanda globale di petrolio dovrebbe scendere a 91,9 nel 2020 – si legge – in calo di 8,1 milioni di barili al giorno su base annuale”.

In questo rapporto, l’Aie riduce la propria previsione per il 2020 di 140.000 b/g, “il primo downgrade in diversi mesi, riflettendo lo stallo della mobilità poiché il numero di casi di Covid-19 rimane elevato e c’è debolezza nel settore dell’aviazione“.

L’Aie ha rivisto al ribasso la stima della domanda globale anche per il 2021 di 240.000 b/g a 97,1 milioni di b/g, “principalmente a causa della debolezza del settore dell’aviazione“.

Comunque, la domanda petrolifera cinese è in forte ripresa, con un aumento di 750.000 b/g solo nel mese di giugno.

Le lavorazioni mondiali di raffinazione si stanno riprendendo, ma il ritmo resterà indietro rispetto al rimbalzo della domanda “poiché i livelli delle scorte di prodotti sono molto alti”.

Le lavorazioni nel 2020 diminuiranno di 6,9 milioni di barili al giorno su base annuale, per recuperare solo 4,5 milioni di barili al giorno nel 2021.
Le scorte di greggio Ocse sono aumentate di 16,2 milioni di barili (0,54 milioni di barili al giorno) a 3 miliardi 235 milioni di barili a giugno. Nella prima metà del 2020 sono aumentate a un tasso medio di 1,78 milioni di barili al giorno.

Negli Stati Uniti, i dati preliminari di luglio mostrano che le scorte commerciali di greggio sono diminuite di 18,2 milioni di barili. In Europa, sono aumentate di 3,6 milioni di barili mentre in Giappone sono diminuite di 1,6 milioni.

Con il riequilibrio del mercato e l’appiattimento della curva dei prezzi a termine, lo stoccaggio galleggiante di petrolio greggio è sceso di 35,7 milioni di barili dal suo massimo storico di giugno a 184,8 milioni di barili a luglio.

Staffetta Quotidiana, 31-08-20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.